MISURA TENSIONI DI CONTATTO

S.S.E. MANUCOR SpA DI SESSA AURUNCA (CE) A 150/20 kV

Verifica del 2016 e anni precedenti

Lo stabilimento Manucor è dotato di una centrale di cogenerazione che ha una potenza complessiva di circa 16 MVA, che è normalmente in parallelo alla rete AT primaria attraverso un doppio collegamento in cavo a 20 kV, della lunghezza di circa 5,5 km. L’impianto di trasformazione è connesso alla rete elettrica AT a 150 kV dell'ENEL nella stazione di “Sessa Aurunca” per mezzo di un prolungamento delle sbarre AT. La rete disperdente “Manucor” è in comunione con la rete disperdente della stazione “Enel” che ha una superficie estesa e pertanto manifesta la sua “elasticità” in relazione alla lunghezza e cioè in base all’impedenza longitudinale dei collegamenti di terra.

manucor

Vista laterale della stazione di trasformazione

Nel caso si verifichi un guasto monofase verso terra sul sistema a 150 kV, la rete disperdente sarà interessata da una corrente di corto circuito di valore elevato. Tale corrente di guasto provoca elevazioni dei potenziali di terra in tutta l'area della stazione, con riflessi anche nelle zone esterne limitrofe.
La maglia di terra generale deve soddisfare altre esigenze legate alla presenza del sistema a 20 kV e del sistema in bassa tensione (servizi ausiliari).

La società TERNA SpA, che gestisce la rete nazionale, ha comunicato i dati della corrente di guasto monofase a terra pari a ca. 10kA con un tempo di estinzione di 0,65s. I valori delle tensioni che si manifestano sono proporzionali all’entità di detta corrente, ma in nessun caso risultano al di fuori dei limiti previsti dalla norma CEI EN 50522, (classificazione CEI 99-3)
.